Stati Uniti: in che modo le attività di polizia abusive e distorte distruggono le vite

12 settembre 2019

Le attività di polizia abusive a Tulsa, in Oklahoma, che colpiscono i neri e i poveri, diminuiscono la qualità della vita in tutte le comunità, ha affermato Human Rights Watch in un rapporto pubblicato oggi. Human Rights Watch ha pubblicato il rapporto alla vigilia del terzo anniversario dell’uccisione di Terence Crutcher, un uomo di colore disarmato. Quell’omicidio ha portato Human Rights Watch a indagare sulle interazioni quotidiane della polizia a Tulsa come una finestra sui maggiori problemi dei diritti umani con le attività di polizia negli Stati Uniti .

Il rapporto di 216 pagine, ” ‘Get on the Ground!’: Polizia, Povertà e Disuguaglianza razziale a Tulsa, in Oklahoma “, specifica in che modo la polizia influisce su Tulsa, in particolare nell’area segregata e in gran parte impoverita del nord. Human Rights Watch ha scoperto che le persone di colore sono soggette a forza fisica, tra cui taser, morsi di cane poliziotto, spray al pepe, pugni e calci, ad una velocità 2,7 volte quella dei bianchi. Alcuni quartieri con popolazioni più numerose di neri e poveri hanno sperimentato che la polizia ferma più di 10 volte il tasso di quartieri prevalentemente bianchi e più ricchi. Gli arresti e le citazioni portano ad accumulazioni sconcertanti di spese giudiziarie, multe e costi, spesso per reati molto lievi, che intrappolano i poveri in un ciclo di debito e ulteriori arresti per mancato pagamento.

“I neri e i poveri di Tulsa sono sottoposti a controlli offensivi e intimidatori”, ha dichiarato John Raphling , ricercatore statunitense senior presso Human Rights Watch e autore del rapporto. “L’uccisione di Terence Crutcher, come tante uccisioni di polizia di alto profilo di uomini di colore in tutto il paese, ha contribuito a esporre le tattiche quotidiane spesso discriminatorie e brutali utilizzate dalle forze dell’ordine e la necessità di riforme fondamentali”.

Dal 2015 al 2018, la polizia negli Stati Uniti ha sparato e ucciso 3.943 persone, secondo il tracker del Washington Post sulle uccisioni della polizia. Quasi un quarto degli uccisi erano neri, anche se i neri rappresentano solo il 13,4 per cento della popolazione complessiva.

Human Rights Watch ha intervistato 132 persone, tra cui 57 che avevano avuto, direttamente o tramite un membro della famiglia, attività di polizia violenta a Tulsa, nonché funzionari eletti, ufficiali di polizia e comandanti, organizzatori di comunità, leader di chiesa, fornitori di servizi sociali, ricercatori, accademici, e altri sostenitori della comunità. Human Rights Watch ha anche esaminato i dati forniti dalla città, dal suo dipartimento di polizia e dai tribunali su arresti, usi letali e non mortali della forza, denunce, detenzioni, citazioni e spese giudiziarie, multe e costi.

Leggi l’intero articolo alla pagina https://www.hrw.org/news/2019/09/12/us-how-abusive-biased-policing-destroys-lives

Hrw Banner

home.Gif                        Orosilenzioso (2)